Hortus Conclusus, curiosando nei giardini della memoria di Dante Carracini

Un autoritratto dell’artista pescarese. “AUTORITRATTO.” Tempera grassa su cartone. Cm 53X 33, 2004

Nella ridente borgata di Pietralata è nascosto il Borghetto Galvani, dietro ai teatri di posa cinematografici degli Studios di Via Tiburtina. In un quartiere prevalentemente commerciale e che offre pochi centri di aggregazione culturale, 15 anni fa in questo Borghetto si è stanziata una piccola comunità di artisti. Questo spazio oggi sede di Officine Nove, inizialmente è stato sede di un laboratorio eclettico, in cui la scenografia, si fondeva alla pittura e alla scultura. Ora OFFICINENOVE si prefigge l’obiettivo di condividere questi dieci anni di esperienza come laboratorio con un pubblico fatto non solo di addetti ai lavori.

In occasione della riapertura di OFFICINENOVE, in via del Casale Galvani n.9, dal 18 settembre è possibile visitare la mostra di pittura di Dante Carracini – classe 1948, pescarese stabilitosi a Roma dopo gli studi eclettici – HORTUS CONCLUSUS, il cui tema è ben spiegato dalle parole dell’artista riportate nel volantino riguardante l’esposizione: Un alto muro nascondeva agli occhi del mondo l’orto, quello religioso ma anche quello borghese, con le sue piante officinali e quelle ad uso alimentare, con gli alberi da frutto e i fiori. Piante che, in alcuni casi, venivano scelte in virtù del significato popolare ad esse attribuito: così si coltivava la violetta, perche’ simbolo di modestia ed umiltà, il fico per la dolcezza, ma anche perche’ promessa di fertilità, il giglio per il suo candore che parlava di povertà e purezza. La disposizione di piante ed aiuole, la loro armonia invitavano alla contemplazione, a quel particolare tipo di meditazione capace di stimolare il percorso a ritroso della memoria, il recupero del proprio vissuto e quindi di se stessi.

Il flyer della mostra.

HORTUS CONCLUSUS è un’esposizione di una serie di tavole di raffinata fattura e sarà possibile visitarla tutti i giorni dalle 16.30 alle 19.30 alla presenza dell’artista, che sarà a disposizione del pubblico previa telefonata. La mostra termina il 26 settembre alle ore 20.00, con un concerto di musica jazz fusion e con la presenza di Radio Kaos Italy.

Ilaria Barbara Cardile

About Ilaria Barbara Cardile

Nata a Cagliari, da cinque anni vive a Roma, dove studia Storia e Conservazione del Patrimonio Artistico e Archeologico presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha svolto uno stage formativo presso i Servizi Educativi del Palazzo delle Esposizioni. Amante dell’arte, dei libri e della musica. Dal 2015 scrive per Linkursore occupandosi di Arte e Cultura.