La Libia chiede aiuto per proteggere i pozzi petroliferi

Il Consiglio presidenziale libico guidato da Fayez al Sarraj chiede all’Onu, ai Paesi europei e quelli africani confinanti “aiuti per proteggere” le risorse petrolifere del Paese. In un comunicato, il Consiglio esprime profonda preoccupazione per gli avvertimenti ricevuti dalla Compagnia Nazionale Petrolifera (Noc) e dai rapporti delle forze di sicurezza su possibili attacchi a installazioni petrolifere, anche marittime. Due giorni fa l’Isis ha lanciato una nuova offensiva nei pressi dei pozzi di Brega.

Renzi, Italia sensibile a richieste Sarraj – “La linea di fondo è quella di un rapporto molto forte con il governo Sarraj e quando avrà da formalizzare le sue richieste troverà nell’Italia un partner sensibile. Siamo pronti a dare una mano dentro un progetto complessivo e all’interno della comunità internazionale”. Lo afferma il premier Matteo Renzi al termine del vertice ‘G5’ di Hannover sulla richiesta del governo libico di aiuti per la difesa dei pozzi petroliferi.

Daily Mail, commando Gb preparano attacco a Sirte – I commando britannici “si preparano” a lanciare entro alcune settimane un attacco contro l’Isis a Sirte. Lo scrive il Daily Mail, precisando che le forze speciali Gb si uniranno a quelle francesi e americane. I militari britannici verranno impiegati simultaneamente anche nell’operazione per riconquistare Mosul, la ‘capitale’ del Califfato in Iraq. (Ansa)