Crea sito

Roma in crisi non solo di risultati, spogliatoio e società divisi. Quale futuro?

Hellas 1-1 Roma –  E’ l’ennesimo pareggio che porta ulteriore malumore in casa Roma. Gli evidenti problemi di forma, di gioco e di sterilità ricordano le squadre allenate in passato da Luis Enrique e Claudio Ranieri. Tanto possesso palla e pochi tiri in porta, mai pericolosi, se non in occasione del gol firmato Francesco Totti.  Una Roma che non evolve, che rimane lenta e prevedibile, nei tempi e nei passaggi. Sottolineare ancora come questa sia una settimana fondamentale per la Roma è inutile. La Roma in Europa League non farà strada, potrebbe superare il modesto Feyenoord ma poi affronterebbe sicuramente squadre nettamente più in forma di lei, a cominciare dalle italiane, per passare a squadre sicuramente più pericolose come l’Everton o il Wolfsburg. Domenica prossima invece l’arrivo della Juventus porterà solamente all’ennesimo spartiacque in cui la squadra, la società giallorossa e Mister Garcia dovranno prendere atto dei loro errori e delle loro responsabilità. 

totti-verona-roma2-620x425LA SQUADRA – Continua ad essere in netta difficoltà, produce solo un possesso palla sterile contro un avversario che ha passato i primi 45′ minuti a non giocare, chiudendosi in 10 dietro la linea del pallone. Il gol arriva su una prodezza balistica di Capitan Totti, lasciato colpevolmente solo sui 25 metri dallo specchio, libero di prendere la mira e concludere a rete. Nel secondo tempo, non appena l’Hellas prende coraggio e inizia ad attaccare la Roma, emergono le difficoltà della retroguardia giallorossa. Un centrocampo inutile difensivamente, incapace di fare da scudo ad un reparto difensivo ancora più in difficoltà. Torosidis, Manolas, Astori e Cole, ma non che cambi con la presenza di persone come Maicon, Yanga Mbiwa e Holebas, non danno mai la sensazione di poter gestire la situazione. Un reparto ballerino che condanna la Roma al pareggio. Inoltre va sottolineato come lo spogliatoio sia evidentemente spaccato e soprattutto che non segue più un allenatore che interpreta il ruolo del salvatore della patria pur essendone parzialmente il carnefice. Evidenti, infatti, sono le continue discussioni e lamentele che avvengono in campo, e non solo. Evidente la reazione di Francesco Totti al momento della sostituzione. 

rudi_garcia_roma_ansaIL MISTERContinua ad affidarsi ai veterani che sono i primi responsabili del crollo di questa Roma, giocatori privi di attributi che non trascinano il resto della squadra, al contrario la stanno affondando. Allo stesso tempo non da mai spazio ai giovani, che pure sono costati un occhio della testa al DS Walter Sabatini, vedi Ucan (comprensibile per alcuni acciacchi costanti), Paredes e Sanabria. Anzi la provocazione-intuizione di Garcia è stata quella di continuare a non dare spazio ai giovani ma di promuoverne uno dalla Primavera: Verde che, comunque alle prime apparizioni nel calcio che conta, appare il giocatore più in forma e brillante di tutta la rosa. Artefice massimo di una nuova spaccatura che emerge nell’ambiente giallorosso, si parla infatti sempre più frequentemente di un rapporto con Sabatini ormai logoro. Tale rapporto ha cominciato a logorarsi dalla questione mercato: non da quest’ultimo di riparazione, che pure si sta rivelando “mortifera” e inutile con spese eccessive per giocatori fuori forma, infortunati, mediocri e inutili (Doumbia, Ibarbo, Spolli); bensì dalla finestra estiva quando Sabatini e Garcia si sono scontrati sull’acquisto di Basa e Kalou, vecchi pupilli del Mister al Lille.

imageLA SOCIETA’Sabatini è l’unico di tutto l’ambiente Roma che ci mette la faccia, squadra inclusa. Il primo ad affrontare realisticamente il momento e il primo che evita costanti prese in giro nei riguardi di un ambiente, stanco e nervoso. “Non si può parlare di Scudetto, bisogna pensare a difendere il secondo posto“. Ma evidentemente nervoso anche nei riguardi di alcune situazioni spiacevoli, come ad esempio sul caso Destro: “Abbiamo liberato il giocatore da una situazione che lo opprimeva da tanti discorsi difficili da spiegare“. Alla fine della stagione una cosa è certa, dovranno fare i conti tra di loro e valutare chi dovrà andare via, e con un allenatore flirtante con il Paris Saint Germain e uno spogliatoio alla deriva le conclusioni sono logiche. L’augurio di tutti i tifosi giallorossi è quello di non vedere sulla panchina Walter Mazzarri, visto che compaiono i primi hastag preventivi #NoMazzarri. Ma i nomi più bramati dalla tifoseria sono attualmente quelli di Luciano Spalletti, Carlo Ancelotti e il nome di Antonio Conte che invece spacca la tifoseria. La Roma andrà incontro ad una rifondazione, non solo sulla panchina ma anche in campo. Ma l’interrogativo finale rimane, la Roma si riprenderà in tempo per preservare il secondo posto è dunque la qualificazione in Champions League? Il denaro ricavato da un eventuale seconda piazza è di vitale importanza. 

Davide Aprilini

Founder e Amministratore del blog Linkursore. Precedenti collaborazioni da redattore per Ficw.it (circa 110 pubblicazioni), CometaNews/Romagiornale.it (con 27 pubblicazioni: Clicca Qui per leggere gli articoli su RomaGiornale.it) e SportQube (RomaQube e MotorQube). Esperienze da telecronista, speaker e inviato dai campi per Calcio a 5 e Calcio a 8. Competenze SEO (Search Engine Optimizer), E-Reputation Manager, Community Manager, Digital PR, Transmedia Web-Editor, Web Analyst e Content Curator. Esperto e appassionato di Calcio Europeo, Nordamericano e Sudamericano; Ciclismo; World Rally Championship; Motomondiale: Moto3, Moto2 e MotoGP. Attualmente scrive per la redazione Insideroma.com. Studente di Scienze Storiche presso l’Università degli Studi di Roma Tre, Lettere e Filosofia. Aspirante scrittore, giornalista, tele/radiocronista sportivo e cooperante internazionale. Ha collaborato con l’Università di Roma Tre e il professor Massimo Ghirelli alla redazione di un progetto pilota, durante il corso di Cooperazione Internazionale, per la realizzazione di una Casa-famiglia per ragazze madri e minorenni in El Salvador, curando in particolare: la Scheda Paese S.T.R.E.A.M. e il Piano Finanziario. Nel periodo da redattore per Linkursore ha prodotto 94 articoli firmati, collaborando alla realizzazione di Flash-News, esclusive, interviste ed editoriali.

You may also like...